Bianchi trent’anni

Faceva molto freddo da alcuni giorni, ma non c’era traccia di precipitazioni, almeno sino al dieci di sera.

Ricevo una chiamata, è Daniele: “Nevica, ti passo a prendere”.
In effetti guardando in controluce sul lampione di vede qualcosa che pioggia non è, anche se chiamarla neve forse è troppo.

Facciamo un giro. Prima Monte Urpinu, poi Bonaria. Scende qualche fiocco ma non attacca.

Prima di arrenderci e rientrare a casa ritorniamo su Monte Urpinu. Questa volta i fiocchi sono più fitti e finalmente la neve inizia ad accumularsi.
Qualcuno raccoglie l’ancora poca neve accumulata sul metallo delle auto parcheggiate e prova a formare la prima palla di neve.

Andiamo a dormire con la speranza per il giorno dopo. Le foto della galleria mostrano cosa è stato.

Quella mattina era il 9 gennaio 1985. Trent’anni fa.

Alcune informazioni tecniche: le immagini sono ottenute da scannerizzazioni di negativi in bianco e nero.

Al tempo univo la passione con la ristrettezza economica, ovvero scattavo, sviluppavo e stampavo in camera oscura il bianco e nero. Era molto più economico del colore è molto più divertente, almeno per me.

115 post in 131 giorni
#post 113/115
(Visto il lavoro che c’è dietro questa galleria mi abbuono un post anche se ieri non ho pubblicato)

Comments

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>