Il labirinto del mobile

IkeaIeri ero l’Ikea di Carugate a Milano.
L’organizzazione e la filosofia di questa catena di negozi non finisce mai di stupirmi.

Tralasciamo l’estrema razionalizzazione costruttiva, quella secondo cui tu acquisti un mobile e poi lo monti tu a casa.
Intere generazioni di comici hanno costruito spassosissimi monologhi in merito.

Quello che mi genera un sentimento di ammirazione è la disposizione del negozio.
In una pianta rettangolare viene organizzato una sorta di labirinto, un percorso che si avvolge su se stesso che per te che lo percorri è come una lunga unica galleria.

Questa estate sono stato in vacanza in Danimarca e un sera abbiamo deciso di fare il ponte che collega Copenaghen alla città svedese di Malmo.
Una volta che ci siamo trovati nella patria dell’Ikea abbiamo deciso che era necessario fare una visita al negozio locale.
Farsi una foto sul letto Malm a Malmo era un’occasione da non perdere.
Lo davo quasi per scontato, ma ho avuto la conferma, ovvero sia il negozio che la merce venduta era la stessa identica a quella che si trovi in un qualsiasi store italiano e credo anche mondiale.

Neppure la Coca-Cola è uguale in tutto il mondo.
Ikea ha realizzato la globalizzazione molto prima che fosse di moda parlarne.

103 post in 106 giorni
post #47/103

Comments

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>