Fine

Alla fine, dopo l’ultima curva, si vede il gonfiabile dell’arrivo e, mettendo nelle gambe le pochissime energie rimaste, si cerca di aumenta la velocità e di apparire un po’ meno sfiniti, giusto per poter alzare le braccia al cielo ed esultare commossi. Diciamo che questo ultimo post della serie “100 post in 100 giorni” è […]

Continue reading

Evaporato in una nuvola rossa in una delle molte feritoie della notte

Sedici anni fa ci lasciava, “andava oltre”, Fabrizio de Andrè. Per me saperlo fu un piccolo shock, una cosa del tutto inaspettata. Sino a quel momento faceva parte di quel pantheon di persone di riferimento, di quegli artisti di cui si seguiva ogni passo, anche i più difficili. Delle sue canzoni ho ricordi legati ad […]

Continue reading

Tutti siamo i CT della nazionale

Sono giornate confuse, giornate in cui i nostri convincimenti e i nostri ideali sono messi a dura prova. Come ormai da alcuni anni accade, Facebook è lo specchio della pancia dei sui frequentatori. Se da una parte praticamente tutti dichiarano “Je suis Charlie”, dall’altra quando si tratta di declinare lo stesso ideale sulla libertà di […]

Continue reading

Nulla di intelligente da dire

“Povero quel Dio che ha bisogno degli uomini per essere difeso” Ieri sono stato zitto. Non avevo nulla da dire, o per meglio dire, non avevo nulla di intelligente da dire. Oggi invece scrivo per riportare due cose intelligenti trovate sul web: la citazione di apertura e l’immagine posta in chiusura. Se la prima mi […]

Continue reading

The leon sleep tonight

http://youtu.be/Lx9HlALK14M Non è nuovo, anzi, ma a me piace sempre. 113 post in 126giorni #post 102/113

Continue reading

La trappola dei click

L’esempio riportato dall’immagine è presa da Facebook, ma potrebbe essere tranquillamente essere riportata da un qualsiasi quotidiano nazionale online. Il meccanismo è sia semplice che subdolo: non si dice nulla di preciso, ma si da ad intendere una qualche notizia sconvolgente e sopratutto, giocando sulla curiosità macabra, delle immagini e dei particolari truculenti. E’ quasi […]

Continue reading

100 e non più cento

Finalmente siamo attivati a 100. L’obiettivo che mi ero posto il 7 settembre scorso era di riuscire a scrivere tutti i giorni un post per 100 giorni consecutivi e, nel caso in cui si fosse saltato un giorno, si sarebbe aggiunto un ulteriore post oltre i cento. A oggi siamo a 113, ovvero per 13 giorni […]

Continue reading

Vanishing point

Oggi dovrebbe essere la giornata dei consuntivi e dei buoni propositi per il futuro. Il 2014 non è stato un anno eccezionale ma neppure da annoverarsi tra i peggiori. Un anno di riferimento, non per altro perché ho compiuto 50 anni. Mi ero ripromesso di correre nuovamente una maratona entro il cinquantesimo anno di età. […]

Continue reading

Traccia permanente

Il ragionamento che intendo fare parte da questo articolo di Massimo Mantellini pubblicato su ilpost.it. La ragazza sorride. Allarga le braccia. In una delle tre foto abbraccia un ragazzo più giovane (un parente? Un amico?) la faccia di lui resa irriconoscibile con un effetto pixel. Come si fa con i bambini o con la faccia […]

Continue reading

Satireggiando

La satira è satira quando sa essere irriverente e cinica. In questi anni quelli di spinosa.it hanno centrato in pieno entrambi gli obiettivi. Facendo ridere alle volte di più e alle volte di meno. Politica e religione gli argomenti più utilizzati, ma d’altronde in Italia credo che non possa essere diverso. Sicuramente parliamo di due […]

Continue reading